I sifoni PDF Stampa
Lo scarico dei lavandini, delle docce, delle vasche, è composto da due parti: la piletta ed il sifone.
La piletta è la parte che va fissata al foro del lavandino e consente di raccordarlo al sifone e quindi allo scarico.Quella per i sanitari del bagno contiene il meccanismo del salterello che serve a far saltare il tappo semplicemente azionando una leva, quella per i lavelli da cucina ha l’innesto per il troppo pieno, cioè lo scarico della finestrella in alto nella vaschetta che impedisce all’acqua di tracimare.
Quando la piletta viene montata sul lavello, bisogna utilizzare le apposite guarnizioni e fare ben attenzione che non siano deformate, per una migliore tenuta è bene spalmarle con del grasso.
Esistono diversi tipi di sifone: a bottiglia, a collo d'oca, salva spazio, a pozzetto, tutti comunque presentano un serbatoio o un'ansa in cui si raccoglie un po’ di acqua che ha la funzione di creare un tappo che impedisca la risalita di cattivi odori dalle fogne.
sifone a collo d'oca con ispezione Sifone per bidet

Oltre all'acqua, nei sifoni si possono raccogliere detriti o oggetti sfuggiti dal lavandino, per questo motivo quasi tutti i sifoni hanno un tappo che può essere svitato per la pulitura. Nel caso dei sifoni a bottiglia, tipici dei lavabi o dei lavandini della cucina, deve essere svitata la calotta.
Se vi capita di lasciare cadere qualche oggetto nello scarico come anelli, tappi o altro nolto probabilemtne li troverete nell'ansa del sifone.
I sifoni dei sanitari del bagno sono tipicamente in ottone cromato mentre per i lavelli della cucina sono in plastica.
I sifoni dei lavelli sono composti da vari pezzi di tubo che si incastrano tra loro, la tenuta stagna viene garantita da varie guarnizioni, la presenza di molti incastri rende versatile il sifone adattandolo a varie misure e posizioni di montaggio.
Sifone per lavello cucina Il sifone da lavello è classicamente a bottiglia ed anche piuttosto grande ed ingombrante, ma raccoglie bene i residui di cibo, la calotta deve essere periodicamente smontata e svuotata, per evitare di compiere troppo spesso questa operazione è bene installare un filtro sopra la piletta oppure, se il lavandino lo consente, installare una moderna piletta con cestello asportabile.
Siccome il sifone è pieno d'acqua quando lo si pulisce è bene metterci sotto un catino o degli stracci.


Oltre al classico sifone a bottiglia, per i lavelli sono disponibili dei sifoni salva spazio, che grazie a curve e snodi possono essere addossati alla parete consentendo un migliore sfruttamento del mobile.
Nel caso di installazioni a vista si possono trovare di sifoni particolarmente curati nel design e nelle finiture, per utilizzi quali vasche a idromassaggio, docce, o lavandini da incasso esistono speciali sifoni dalle sagoma particolare adatta per l'installazione in posti difficili.
Qualche sito dove potete trovare le tipologie dei sifoni e dei disegni tecnici
http://www.fiscitaliana.com/
http://www.ghidini-sifoni.com
http://www.ravanisifoni.com/
http://www.geberit.it
 
Valutazione attuale: / 44
ScarsoOttimo 
Cerca